La Chiesa

Annessa al Castello, ma separata da esso dalla corte allestita secondo lo schema del giardino all’italiana, vi è la Cappella di San Giorgio.
La piccola chiesa costituita da un impianto a croce latina, costruita dai Mattei nel 1660 circa, e ristrutturata a metà del settecento dal principe Camillo Rospigliosi, presenta la facciata a capanna con una cornice in stucco che ripercorre tutto il perimetro della stessa di color crema.
Nell’interno costituito da un’unica navata con pilastri che sorreggono volte a crociera, la pavimentazione è a losanghe di marmo bianco e peperino. 
Il transetto molto profondo è scandito da due grandi pilastri su cui si inserisce un grande arco, sotto il quale si sviluppa il presbiterio chiuso da una balaustra in marmo e da una cancellata in ferro battuto attribuibile all’architetto Michetti. 
L’altare maggiore addossato alla parete è a cassa con la cornice della struttura in marmo bianco di Carrara, e presenta una tarsia marmorea attribuibile a Flaminio Picchi a metà del Settecento, in cui San Giorgio trafigge il drago, con la principessa Silene sullo sfondo salvata dal santo.
Di fattura simile sono i bassorilievi degli altari secondari posti sui lati del transetto, di cui quello di destra rappresenta una Madonna con bambino, mentre quello di sinistra rappresenta probabilmente S. Antonio.
All’interno, oltre alle opere descritte, si nota anche una Via Crucis in ceramica policroma e un’acqua santiera in pietra a forma di conchiglia.
La chiesa fu di nuovo restaurata nel 1930, curante Arthuro Guttinger Bergomate.


Visita virtuale  

download plugin Java

 

 

Il Castello di San Giorgio | Viale Maria, 1 - 00057 Località Maccarese - Fiumicino - Roma | info@ilcastellodisangiorgio.it